Logo - click for home
Logo - click for home
Gostilna Pri Lojzetu - naslovna fotka

La Slovenia e Tomaz Kavcic

La nazione ospite di questa edizione di Identità Golose è stata la Slovenia (interprete ideale del "Lusso della semplicità") , paese giovane come i suoi chef, tra i quali emerge dall'ex casino di caccia oggi suo ristorante a mezz'ora da Trieste e Gorizia (www.prilojzetu.com), l'abile Tomaz Kavcic , che in poco tempo ha saputo conquistare il palato di critici e gourmet. Questo, lavorando a 360° il sale ed esplorandone le sue potenzialità, perché - spiega lo chef -"II sale è un pezzo di mare che non vuole tornare in cielo". Kavcic già in una precedente edizione di Identità aveva presentato la sua rivoluzionaria tecnica di cottura su piastra di sale, dove utilizzava un sale integrale aromatizzato, a suo estro, con erbe e spezie. Ma non è l'oro bianco la sua unica eccellenza. A questa nuova edizione del congresso, dove la sua terra ha fatto da reginetta, Kavcic ha lanciato con "Pohorje beef" una nuova tecnica di cottura al naturale su legno: un filetto dì vitello infornato tra due tavole di faggio e foglie di quercia, che diventano a loro volta piatto e scaldavivande nel corso di un servizio in tavola durante il quale il vitello viene innaffiato di brodo di manzo e spolverato con fiori di sale. E'questa la Slovenia di oggi, una Slovenia che guarda avanti senza dimenticare il passato e che ha meritato applausi sinceri.




Vse pravice pridržane  | Avtorji